La Sentenza del Giudice di Pace di Roma osserva che vi è la necessità di contemperare l’espulsione con i legami familiari della cittadina straniera, valorizzata anche la convivenza con altro cittadino straniero (il compagno / convivente) regolarmente presente sul territorio ed occupato. Inoltre, osserva che la presenza dei figli minori nati in Italia ed espressamente richiamato l’articolo 8 CEDU nonché l’ articolo 31 T.U. Immigrazione deve porre l’attenzione sull’interesse primario che è “il diritto del minore e della famiglia“.

rigetto espulsione straniero

No comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *