Pignoramento dello stipendio, Tribunale di Roma, provvedimento del 22.03.2024: L’atto di pignoramento non era stato notificato al debitore per errore nell’indicazione dell’indirizzo da parte del creditore. L’avviso al debitore ed ai terzi della iscrizione a ruolo dell’atto di pignoramento ex art. 543, co.5 cpc, non era stato notificato al debitore e, comunque, non era stato depositato nel fascicolo telematico nel termine assegnato per Legge. Considerato che l’omessa notifica del pignoramento al debitore comporta una nullità insanabile, trattandosi di insistenza giuridica del pignoramento per mancanza del requisito essenziale dell’ingiunzione ex art. 492 cpc; considerato, inoltre, che il mancato deposito nel fascicolo dell’esecuzione determina l’inefficacia del pignoramento con conseguente cessazione degli obblighi del debitore e del terzo alla data di udienza indicata nell’atto di pignoramento; il Giudice dell’Esecuzione ha dichiarato l’inesistenza del pignoramento e l’improcedibilità della procedura come richiesto dalla difesa del debitore.

No comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *