Tribunale di Roma, sezione Fallimentare.

Sentenza liquidazione controllata del 29.05.24. La sentenza è stata emessa nell’ambito degli artt. 268 e segg. CCII. Il ricorso veniva depositato dall’Amministratore di Sostegno del debitore, colpito da patologia gravissima, il quale già si trovava in uno stato di irreversibile sovraindebitamento, e da diversi anni aveva un ingente debito nei confronti di una Banca. Inoltre, avendo svolto attività di agente di commercio con partita iva, però cessata forzosamente nell’anno 2022, ex art. 33 CII gli era preclusa la procedura di liquidazione giudiziale. La procedura veniva aperta rimettendo al Giudice Delegato la quantificazione dell’importo mensile da destinare alla famiglia e da sottrarre alla liquidazione.

No comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *